La Strategia di Lisbona nel Lazio

RSS News

cerca nel sito   vai cerca

Rapporto 2008

 

    La crisi che sta investendo l’economia mondiale rende di estrema attualità ed urgenza il tema della competitività del sistema Europa, e richiede non minori, ma maggiori sforzi sulla strada delle riforme strutturali, affinché la ripresa trovi un’Unione europea, nel suo complesso, pronta a coglierne le opportunità ed a ritagliarsi un ruolo da protagonista. Non sfugge a nessuno, pertanto, come la strategia di Lisbona, con il suo obiettivo di rendere l'Unione europea una società dinamica, competitiva e basata sulla conoscenza rimane essenziale e dove l’innovazione e il progresso ecologicamente compatibile, rappresenta un pilastro su cui costruire e indirizzare le azioni di sviluppo nei prossimi anni. Non è un caso se la Commissione europea ha riconosciuto il programma di Lisbona, insieme al Patto di stabilità e crescita, come elemento fondamentale del Piano di rilancio economico. 
    L’agenda di Lisbona, consentendo di considerare i diversi aspetti della politica in una visione unitaria e evidenziando come l'Unione Europea, gli Stati membri e le regioni possano lavorare insieme per affrontare i problemi che l'Europa si trova oggi ad affrontare, assurge pertanto a quadro generale per superare la crisi e per mettere l’Unione nelle condizioni di ritagliarsi un ruolo forte, da protagonista, al termine del ciclo economico sfavorevole.
    In questa ottica, i principi di Lisbona sono stati tradotti nelle politiche regionali dell’innovazione, che non vuol dire solo garanzia di sviluppo economico, ma miglioramento della qualità della vita e opportunità di sviluppo delle condizioni sociali. Con il POR Competitività 2007-2013 troveranno applicazione numerose misure finalizzate a potenziare e rafforzare gli investimenti nella conoscenza e a incrementare la capacità di innovazione dell’economia della nostra regione, che rappresentano il cuore della strategia di Lisbona per la crescita e l’occupazione.
    Con il terzo Rapporto di monitoraggio, questo Assessorato ha inteso proseguire e rafforzare il proprio impegno nella diffusione di informazioni connesse alle tematiche di Lisbona e nella realizzazione di un modello di monitoraggio che, consentendo di conoscere e valutare il posizionamento della nostra regione rispetto agli obiettivi definiti, ci fornisce utili indicazioni per lo sviluppo delle politiche e per la definizione delle priorità di intervento, nell’ottica del rafforzamento del ruolo strategico della Pubblica Amministrazione quale ente propulsore di innovazione.
 
Claudio Mancini
Assessore allo Sviluppo Economico,
Ricerca, Innovazione e Turismo
REGIONE LAZIO

Ricerca Documenti

Il Lazio e la Strategia di Lisbona - Report 2008

fonte
SVILUPPO LAZIO
ordinante
Regione Lazio
ambito terr.
Lazio
data
martedì 30 giugno 2009
ultima modifica
martedì 30 giugno 2009