La Strategia di Lisbona nel Lazio

RSS News

cerca nel sito   vai cerca

Conclusioni


Ricerca Documenti

  • documenti: 14
  • pagina: 1 di 4

Conclusioni del consiglio europeo 16 e 17 dicembre 2010

fonte
Commissione Europea
ambito terr.
Unione Europea
data
sabato 18 dicembre 2010
ultima modifica
mercoledì 22 dicembre 2010

Conclusioni del Consiglio europeo - 17 giugno 2010

fonte
Consiglio Europeo
ambito terr.
Unione Europea
data
giovedì 17 giugno 2010
ultima modifica
venerdì 18 giugno 2010

Conclusioni al Consiglio europea di primavera 2010

fonte
Consiglio Europeo
ambito terr.
Unione Europea
data
venerdì 26 marzo 2010
ultima modifica
martedì 30 marzo 2010

Conclusioni del Consiglio europeo 10 e 11 dicembre 2009

fonte
Consiglio Europeo
ambito terr.
Unione Europea
data
venerdì 11 dicembre 2009
ultima modifica
mercoledì 16 dicembre 2009
descrizione

Il nuovo trattato di Lisbona consentirà all'Unione di concentrarsi appieno sulle sfide che si prospettano. Nei prossimi mesi proseguiranno i lavori volti ad assicurarne la piena attuazione, soprattutto per quanto riguarda l'istituzione del Servizio europeo per l'azione esterna e l'adozione della normativa sulle iniziative dei cittadini. Nel rilevare che la situazione economica comincia a dare segni di stabilizzazione, il Consiglio europeo ha sottolineato l'importanza di elaborare strategie credibili e coordinate di uscita dalle politiche di stimolo su larga scala una volta che la ripresa sarà pienamente assicurata. Negli ultimi mesi l'UE ha compiuto buoni progressi nel rafforzare il suo quadro regolamentare, in particolare con l'accordo raggiunto dal Consiglio su una struttura radicalmente nuova per la vigilanza finanziaria in Europa. Date le importanti sfide strutturali cui l'UE è confrontata, è necessario valutare l'impatto della strategia di Lisbona ed elaborare una strategia nuova che risponda anche alle sfide nuove. Il Consiglio europeo ha adottato un nuovo programma pluriennale per il periodo 2010‑2014, il programma di Stoccolma, che permetterà di sviluppare ulteriormente uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia. Il Consiglio europeo ha proceduto ad uno scambio di opinioni sul contributo ottimale che l'UE può apportare a un esito positivo della Conferenza di Copenaghen sui cambiamenti climatici . Ribadendo la posizione convenuta nell'ultima riunione di ottobre, ha dichiarato che l'UE e gli Stati membri sono pronti a contribuire con finanziamenti rapidi per un importo di almeno 2,4 miliardi di EUR l'anno per il periodo 2010-2012. Il Consiglio europeo ha adottato dichiarazioni su Iran e Afghanistan.