La Strategia di Lisbona nel Lazio

RSS News

cerca nel sito   vai cerca

Ricerca e innovazione

Le analisi e i rapporti di questa sezione illustrano l'evoluzione dell'innovazione nella Regione Lazio anche in confronto al livello nazionale, focalizzando l'analisi sugli indicatori in grado di dare un'idea di ciò che rappresenta l'innovazione in un contesto in cui competizione e dinamicità nell'evoluzione dei fenomeni innovativi rende sempre più complessa l'interpretazione degli avvenimenti economici. Descrizione. Gli studi analizza anche il contributo che le imprese del Lazio appartenenti a settori ad altro contenuto innovativo (di processo, prodotto o organizzativo) forniscono alla produzione di innovazione e alla crescita complessiva regionale, offrendo un quadro generale e descrivendo come questi settori si muovono nel proprio mercato di riferimento. Ulteriori analisi riguardano lo stato di avanzamento dei processi di costituzione dell’e-government e, più in generale, della società dell’informazione.


Ricerca Documenti

  • documenti: 9
  • pagina: 1 di 3

Brevetti ed imprese per il sistema paese: sesto rapporto NETVAL

fonte
NETVAL network per la valorizzazione universitaria
ambito terr.
Italia
data
mercoledì 14 gennaio 2009
ultima modifica
lunedì 31 agosto 2009
descrizione

Il Netval è un  network che riunisce la maggior parte delle Università Italiane che operano sul tema della valorizzazione della ricerca universitaria.
Il tema della valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica è al centro di ogni dibattito relativo al tema della competitività del sistema economico italiano. Tuttavia, l’evidenza empirica disponibile su questo tema è in generale insoddisfacente e molto spesso i report disponibili riguardano solo casi specifici. Con il suo report annuale Netval intende colmare tale carenza, con l’obiettivo di produrre il più dettagliato ed aggiornato report sull’attività di valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica.
Nel report viene data particolare enfasi alla descrizione dei principali risultati di tipo quantitativo, proprio per fornire uno strumento di analisi e verifica per i policy makers.

Rapporto annuale sull'innovazione 2008

fonte
COTEC - Fondazione per l'innovazione tecnologica
ambito terr.
Italia
data
martedì 11 novembre 2008
ultima modifica
martedì 4 maggio 2010
descrizione

Nella recente letteratura sullo sviluppo economico l’enfasi sulle determinanti della crescita si è progressivamente spostata dall’analisi dell’accumulazione dei fattori produttivi tradizionali, come il capitale e il lavoro, verso quella dei fattori immateriali della produzione e quindi delle conoscenze tecnologiche e del capitale umano. Infatti, i processi di creazione e trasmissione delle conoscenze hanno assunto un ruolo cruciale nella spiegazione del successo di alcune aree e del declino o la stagnazione di altre. Nel tempo è inoltre cresciuta la natura sistemica dell’innovazione. Gli attori che contribuiscono alla creazione e diffusione di nuova conoscenza scientifica e tecnologica sono diversi al punto da poter definire “sistemi di innovazione” insiemi coordinati di imprese (sia medio-piccole che grandi), governi (centrale e locali), università e centri di ricerca pubblici e privati che unitamente partecipano alla realizzazione di processi innovativi. La capacità tecnologica delle nazioni è quindi influenzata dalle caratteristiche dei singoli elementi dei sistemi dell’innovazione e dalla qualità delle interrelazioni tra di essi. Il pregio del “Rapporto sull’Innovazione” della Fondazione Cotec risiede proprio nell’analisi a 360 gradi del fenomeno innovativo che viene in esso effettuata. Tutti gli elementi fondamentali che compongono il sistema innovativo italiano sono infatti esaminati attraverso una completa e rigorosa raccolta di informazioni statistiche rilevanti. Per questo motivo la lettura del Rapporto consente di derivare un chiaro quadro d’insieme delle principali caratteristiche, criticità e potenzialità del sistema dell’innovazione del nostro Paese, imprescindibile punto di partenza per lo sviluppo e la realizzazione di una politica di innovazione tecnologica che consenta all’Italia di porsi su un sentiero di sviluppo solido e duraturo.

Rapporto "innovazione di sistema" 2007. Analisi comparata del potenziale innovativo dei principali paesi industrializzati

fonte
Fondazione Rosselli
ambito terr.
Italia
data
martedì 22 gennaio 2008
ultima modifica
martedì 4 maggio 2010
descrizione

La capacità innovativa delle nazioni è ai giorni nostri pressoché unanimemente considerata uno dei fattori chiave di competitività internazionale e uno dei principali determinanti dello sviluppo e del benessere. La valutazione, attraverso misure empiriche e indicatori, del potenziale innovativo delle nazioni è un esercizio che negli anni ha visto moltiplicarsi la sua importanza e consolidarsi metodologie e strumenti. Il rapporto "Innovazione di sistema" curato dalla Fondazione Rosselli con il Corriere della Sera rappresenta il tentativo di comporre un quadro completo ed una misurazione complessiva del potenziale innovativo dei principali paesi industrializzati.

Il salto di qualità: il quinto rapporto annuale sulla valorizzazione della ricerca nelle università italiane

fonte
NETVAL network per la valorizzazione universitaria
ambito terr.
Italia
data
martedì 11 dicembre 2007
ultima modifica
lunedì 31 agosto 2009
descrizione

Il Netval è un  network che riunisce la maggior parte delle Università Italiane che operano sul tema della valorizzazione della ricerca universitaria.
Il tema della valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica è al centro di ogni dibattito relativo al tema della competitività del sistema economico italiano. Tuttavia, l’evidenza empirica disponibile su questo tema è in generale insoddisfacente e molto spesso i report disponibili riguardano solo casi specifici. Con il suo report annuale Netval intende colmare tale carenza, con l’obiettivo di produrre il più dettagliato ed aggiornato report sull’attività di valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica.
Nel report viene data particolare enfasi alla descrizione dei principali risultati di tipo quantitativo, proprio per fornire uno strumento di analisi e verifica per i policy makers.